Come investire senza guardare il meteo con una semplice strategia

Supponi di vivere su un’isola dove esistono solo due attività:

  • La prima è un grande villaggio turistico con spiagge, campi da tennis e un campo da golf
  • La seconda è una ditta che produce ombrelli per ripararsi dalla pioggia.

Ciò che condiziona entrambe le attività è il meteo.

Durante la bella stagione, il villaggio turistico fa ottimi affari, mentre le vendite della ditta che produce ombrelli crollano.

Al contrario, nella stagione delle piogge, il titolare del villaggio se la passa male, mentre il produttore di ombrelli fa affari d’oro.

Questi sono i rendimenti delle due attività nelle due stagioni:

 

rendimenti

Supponi che le stagioni si alternino in modo perfetto, con 6 mesi di sole e 6 mesi di piogge.
(la probabilità di avere pioggia o di avere sole è esattamente 50%).

Cosa succede a chi investe solo su una delle due aziende?

All’’investitore che acquista solo il titolo della ditta di ombrelli succederà questo:

  • Metà delle volte ha guadagnato il 50%
  • Metà delle volte ha perso il 25%

In media, avrà quindi un guadagno del 12,5%.

Allo stesso modo, un investitore che acquista solo il titolo del villaggio turistico, avrà lo stesso rendimento del 12,5%.

Investire in ciascuna delle due attività è molto rischioso.
I rendimenti sarebbero variabili e correrebbe il RISCHIO (o l’opportunità, a seconda di quale azienda ha scelto) di vedere parecchie stagioni di bel tempo o piovose di seguito.
Il meteo è una variabile che non puoi controllare né prevedere, esattamente come i mercati finanziari e l’economia.

Come investe chi non vuole rischiare?

Supponi di avere due euro.

Al posto di comprare un solo titolo a caso di una delle due ditte, diversifichi il tuo investimento investendo metà dei tuoi soldi sul produttore di ombrelli e metà sul villaggio turistico.

Nelle stagioni di bel tempo, il tuo investimento di un euro nel villaggio vacanze produce un guadagno di 50 centesimi (+50%, come da tabella sopra), mentre l’investimento di un euro sugli ombrelli ti fa perdere 25 centesimi (-25%).

Alla fine di questa stagione, guadagni 25 centesimi netti (50 centesimi dal villaggio vacanze – 25 centesimi di perdita dagli ombrelli) = ovvero il 12,5% sul tuo capitale complessivo di 2 €.

Ovviamente, nella stagione delle piogge, hai esattamente lo stesso guadagno, ma a parti invertite (guadagni 50 centesimi dalla ditta di ombrelli e ne perdi 25 dal villaggio vacanze).

Anche alla fine di questa stagione avrai guadagnato 25 centesimi, ovvero il 12,5% sul tuo capitale complessivo di 2 €.

Indipendentemente dalle condizioni meteo, il guadagno sul tuo capitale sarà lo stesso.

Tutto questo, senza dover stare ogni giorno a scrutare il cielo per capire se verrà la pioggia o ci sarà il sole (leggi: senza stare dietro ai notiziari catastrofici o gli indici di Borsa)

Questo semplice esempio ti aiuta a capire il vantaggio e la regola fondamentale della diversificazione.

Qualsiasi cosa accada al meteo, e quindi all’economia dell’isola, diversificando gli investimenti su entrambe le aziende ogni anno un investitore sarebbe CERTO di avere un rendimento del 12,5%.

“Questo è un esempio didattico” Sui mercati finanziari non funziona esattamente così (ti sembrava troppo facile, eh?)

Ti voglio comunque svelare il trucco che lo fa funzionare perfettamente.

Il guadagno di questo affare è CERTO perché, anche se le aziende sono entrambe rischiose se prese singolarmente, il loro andamento è esattamente agli opposti.

  • Quando piove, l’azienda di ombrelli va sicuramente bene, mentre il villaggio turistico va sicuramente male.
  • Quando c’è il sole, gli affari del villaggio vacanze vanno a gonfie vele, ma la ditta di ombrelli soffre.

Cosa puoi imparare realmente da questa storia?

Nell’economia e nella finanza di oggi, non è per niente facile individuare due “aziende” che si muovono in questo modo perfettamente opposto (ti direi decorrelato ma non voglio usare paroloni da “Il Sole 24 Ore”).

Purtroppo, ancora oggi, sento spesso parlare di diversificazione finanziaria in modo scorretto (sia sui giornali che da qualche collega).

DIVERSIFICARE non significa fare un minestrone di prodotti. Mescolare ingredienti a casaccio e senza alcuna logica sulle quantità non salverà i tuoi investimenti.

Solo un bravo cuoco sa bene come bilanciare i vari sapori per ottenere un ottimo risultato finale.

Fortunatamente però esistono degli strumenti e dei processi che riducono il rischio dei tuoi investimenti, senza rinunciare a ricercare il giusto rendimento per i tuoi soldi.

La regola di diversificazione che puoi utilizzare da subito per i tuoi investimenti è:

Riduci il rischio dei tuoi investimenti con un portafoglio di strumenti, settori, aree geografiche che NON si muovono nella stessa direzione nelle varie circostanze di mercato.

Solo applicando questa regola-base che ora conosci potrai investire liberamente e senza essere assillato dalle condizioni meteo!

Vuoi scoprire gli altri rischi che minacciano i tuoi risparmi, e che ti impediscono di farli crescere?

=> Clicca qui per scaricare il mio report “Sei davvero sicuro che i tuoi risparmi siano protetti e tutelati in banca?”

e ricorda che un investitore non consapevole è la preda preferita delle banche in conflitto di interesse e degli assicuratori/promotori d’assalto!

Alla tua sicurezza finanziaria.

Luca

P.S.: la storia è liberamente tradotta dal libro “A random walk down Wall Street” di Burton G. Malkiel, un best-seller finanziario che non può mancare nella biblioteca di un investitore consapevole.
Mi perdonerai se, sotto l’ombrellone, preferisco leggere questi libri anziché la Gazzetta dello Sport.

4 Comments

  1. Francesco 26 agosto 2015 Reply
    • Luca Lixi 26 agosto 2015 Reply
  2. pietrina iacucci 1 ottobre 2015 Reply
    • Luca Lixi 5 ottobre 2015 Reply

Leave a Reply